Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Ogi:no Knauss

 
 

Ogi:no Knauss è un sodalizio attivo dal 1995. Nasce come laboratorio di cinema mutante all’interno di uno spazio occupato autogestito (CPA-Fi-Sud - Centro Popolare Autogestito), e attraversa una costante deriva nei linguaggi e nelle pratiche della comunicazione. A partire dalla necessità di autofinanziare strutture e progetti condivide una lunga stagione di parties e concerti che diventano palestra per performances, videoinstallazioni, allestimenti, e che genera numerose collaborazioni e complicità. Il processo di creazione e gestione dell’immagine viene contaminato con i processi compositivi della musica attraverso la pratica del VJ-ing. Suonare le immagini, remixare, diventa il mezzo per trasferirsi idee, raccogliere ed amplificare segni, connettersi con altre persone e gruppi. Parallelamente il gruppo articola un’attività di documentazione su azioni, movimenti urbani e conflitti per lo spazio: attualmente Ogi:no Knauss si definisce come un collettivo di ricerca indipendente, attivando numerose collaborazioni: tra le altre si segnalano quelle con il Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio dell’Università di Firenze, con la Fondazione Giovanni Michelucci di Fiesole e con l’INURA (International Network for Urban Research and Action). In seguito a tali sviluppi la ricerca sul linguaggio audiovisivo tende a convergere con quella sul contesto della città, adattando nuovi ed agili strumenti di analisi alla velocità di trasformazione dello spazio urbano.

www.oginoknauss.org

www.recentering-periphery.org

Ogi:no Knauss is a collective active since 1995. Born as Mutant cinema laboratory, acts during the years as a constant drift through audio visual languages and communication practices. The group experiments with VJing techniques as a peculiar form of open narrative, in contrast to the dominant tendency to create video tapestries as an ornament to musician and DJ production. Developing its action at the crossing point between the exploration of etherotopic spaces and the exhibition of disclosing practices of the audiovisual device, Ogino knauss led a steady exploration of new spatial and creative contexts to confront, such as cultural centers, public spaces, temporary occupied zones, art galleries, festivals, dancefloors. Among many others ogi:no knauss collaborated or played live sessions with: Autechre, Autobam, Vladislav Delay, DJ Ultracore, Masami Akita & Zbigniew Karkowski, Otolab, OTK, Rich Medina, Terre Thaemlitz. In more recent projects, the attention has been focused on the globalizing urban landscape, applying image production techniques in the attempt to develop innovative listening and description practices about cultural urban processes. Urban explorations leading to performative acts or installations have place in such locations as Florence, Riccione, Berlin, New York, Rome, Milan, Amsterdam, Thessaloniki, La Habana. The anthological project, Triplicity, focusing on the co-related production of space and image in the evolving global landscape, has been presented world wide as live performance or installation and has been published as an interactive DVD + book by AVrec.