Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Spacewalk

 Michele Rizzo

 
 

Spacewalk è un invito ad immergerci in una struttura astratta di possibilità e a lasciarci cadere in luoghi in cui il movimento continua dietro le palpebre abbassate. Lo sviluppo della tecnologia e l'evoluzione della nostra immaginazione, stanno sottoponendo dei reali stress test al mondo materiale. Ne conseguono potenzialmente nuove idee e visioni dell'infinito. Abbiamo imparato a sfuggire alla realtà, ma anche a rafforzarla. Perciò abbiamo iniziato a vedere lo spazio intorno a noi come un ricettore delle nostre rappresentazioni, immaginazioni e figure. In questo lavoro per due performers, Michele Rizzo esplora la pratica artistica come strumento di attualizzazione di quello spazio 'ulteriore', il virtuale, per una sua resa oggettiva che consenta di accedere fisicamente ad una comprensione di questo spazio. E’ una ricerca del visibile nell'invisibile e del materiale nel virtuale. Spacewalk dimostra che un circuito chiuso può diventare uno spazio aperto.

ideazione & coreografia Michele Rizzo
con Michele Rizzo & Valerio Sirna
stage design & light Michele Rizzo & Lukas Heistinger
suono Au†ismo
realizzazione tecnica Lukas Heistinger, Yiannis Mouravas & Diederik Schoorl
consulenza Juan Pablo Cámara
si ringrazia Antonia Steffens e Renée Copraij

Spacewalk invites into an abstract structure of possibilities and drops us in places where movement continues behind closed eyelids. The development of technology and the evolution of our imaginations are administering stress tests to the material world. This is leading to new ideas and visions of infinity. We have learned to escape reality – but also to reinforce it. As a result, we have started to see the space around us as a receiver of our own representations, imaginings and images. Michele Rizzo is making an attempt to make this understanding of space visible. Looking for the invisible in the visible and the virtual in the material.

concept & choreography Michele Rizzo
with Michele Rizzo & Valerio Sirna
stage design & light Michele Rizzo & Lukas Heistinger
sound Au†ismo
technical realisation Lukas Heistinger, Yiannis Mouravas & Diederik Schoorl
advise Juan Pablo Cámara
many thanks to Antonia Steffens and Renée Copraij