Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Movement Research

 Mårten Spångberg

 
 

Movement Research #51 è il numero speciale di Performance Journal curato da Mårten Spångberg. Riprendendo la pratica del forum, che Performance Journal dal 1990, come eredità del Judson Church Theater, ha condiviso per tenere in vita una comunità discorsiva di artisti, Spångberg parte da una urgenza: “siamo nel bel mezzo di un nuovo capitolo in cui la ricerca sul movimento deve essere riconsiderata rispetto al mondo in cui viviamo”. Spångberg la declina, come suo consueto, nella forma di una conversazione trans-disciplinare tra conoscenze artistiche, filosofiche, sociali e politiche, lanciando domande provocatorie del tipo: Cosa succede alle pratiche del corpo quando le corporation globali gestiscono gli studi di yoga di mezzo pianeta? Qual è il rapporto del corpo con se stesso e con il mondo quando i social media ne hanno fatto il proprio campo di gioco? Cosa è la cura di sé quando la governance neoliberale fa della resilienza un requisito indispensabile sul piano competitivo? Gli autori coinvolti, partendo da queste e altre sollecitazioni, ragionano su che cos'è il corpo, che cosa fa, come viene studiato, fornendoci un quadro sulla circolazione delle idee collegate alla ricerca sul movimento nel mondo contemporaneo.

Movement Research
a cura di Mårten Spångberg
Performance Journal, 2018
con contributi di Tamara Antonijevic, Eleanor Bauer, Franco Bifo Berardi, Daniel Blanga-Gubbay, Alice Chauchat, Yves Citton, Bojana Cvejic, Vanessa Desclaux, Mette Edvardsen, Tristan Garcia, Austin Gross, Graham Harman, Nikima Jagudajev, Anne Juren, Ana Juvanowich, Henrike Kohpeiß, Jennifer Lacey, Sri Louise, Mårten Spångberg, Ellen Söderhult

In a new anthology, edited by Mårten Spångberg, Movement Research is reexamined to open up for discussions about the body, movement and embodied knowledge in our contemporary societies. The book consists of contributions from a wide variety of perspectives written by dancers and choreographers, activists and philosophers that all take as their starting point movement research. What is movement research today? What has happened to body practices when corporate interests run yoga studios world wide? What is the body’s relations to itself and the world when social media to a large extent is its playground? What is a research into the body when identity has become a commodity? What is self-care when neoliberal governance has a craving for resilient subjects? Can the body function as a site for alternative strategies and resistance? This book is an evidence that it can!

Movement Research
edited by Mårten Spångberg
Performance Journal, 2018
supported by The Swedish Art Council, Black Box Theatre Oslo
with contributions by Tamara Antonijevic, Eleanor Bauer, Franco Bifo Berardi, Daniel Blanga-Gubbay, Alice Chauchat, Yves Citton, Bojana Cvejic, Vanessa Desclaux, Mette Edvardsen, Tristan Garcia, Austin Gross, Graham Harman, Nikima Jagudajev, Anne Juren, Ana Juvanowich, Henrike Kohpeiß, Jennifer Lacey, Sri Louise, Mårten Spångberg, Ellen Söderhult