Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Klossowsky, peintre exorciste

 Pierre Coulibeuf

 
 

Klossowsky, peintre exorciste, è un film di Pierre Coulibeuf, un gioco di specchi che raddoppia e rifrange le messe in scena dell’opera visiva di Klossowski. Immagini ambigue e evocative, persino perturbanti. “Come una delectatio morosa il film avrebbe potuto proseguire all’infinito in un universo di tentazioni”, dice Coulibeuf. I tre episodi, girati in 16 mm si soffermano su tre opere di Klossowski. Il primo, In galleria, ispirato a La Ressemblance, ruota attorno alla contemplazione speculare di quadri che mostrano tre ragazzi come vittime - o eroi? - di una storia popolare. Nel secondo, Immagini-specchio, la lettura della Revoca dell’editto di Nantes di Klossowski porta di fronte a La Grande Odalisca di Ingres e agli ‘spiriti’ che abitano le immagini contemplate. Il terzo, I pastelli del colore, è girato tra lo studio di Klossowski - con lui presente - e un ambiente in cui un’adolescente veste i panni di Roberte.