Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Ben Rivers

 
 

Ben Rivers, artista inglese, è una figura autoriale che incarna il contrastato rapporto di amore/odio - un'attrazione fatale - fra mondo del cinema e mondo delle arti visive. Ben Rivers realizza film, rigorosamente in 16mm, e li proietta e installa, con lo stesso successo, sia in prestigiosi centri d'arte che nei più importanti festival cinematografici internazionali. Dal punto di vista della cultura visiva, Rivers prolunga la lunga tradizione inglese di arcaismi, e di fascinazione per le campagne e i suoi paesaggi, ma la reintroduce come sfondo di un immaginario abitato da figure e apparizioni aliene e spaesanti, che sembrano emergere da un passato oscuro, evocando suggestioni fra fantascienza ed esotismo. Dal punto di vista cinematografico esplora parallelamente i confini fra i generi cinematografici più disparati: horror, fantascienza, documentario etnografico, thriller, noir. I due aspetti non si divaricano in linee di produzione diversificate, ma si innestano assieme nelle singole opere di esplorazione di altri mondi, abilmente creati a partire da semplici frammenti e misteriose sintomologie del quotidiano

www.benrivers.com

Ben Rivers, British artist and filmmaker, embodies the love/hate relationship – a fatal attraction – between the worlds of cinema and visual art. Ben Rivers makes films, strictly in 16 mm, and presents them both in prestigious art centers and in the most important international film festivals with equal success. From the point of view of visual culture, Rivers carries on the long British tradition of archaisms and a fascination with the countryside and its landscapes. He reintroduces these, however, as the background of an imaginary place peopled by alien and disturbing figures and apparitions which seem to emerge from a dark past, recalling both science fiction and exoticism. From a cinematographic point of view he explores the boundaries between disparate genres:  horror, science fiction, ethnographic documentary, thriller, noir. Far from separating into different production lines, these two viewpoints join into single works which explore other worlds, skillfully created from the simple fragments and mysterious hints of daily life..