Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Hypnomachia VII

 Anthony Pateras

 
 

Per Hypnomachia VII Anthony Pateras presenta, per la prima volta, una versione estesa lungo l’arco della notte di This ain’t my first rodeo, progetto di esplorazione delle interazioni psicoacustiche tra due sintetizzatori, un registratore a bobine Revox B77, in uno spazio quadrifonico. Pateras costruisce così un tessuto di trame ritmiche a infinite pieghe, permettendo un ascolto immersivo animato da una popolazione incrementale di fenomeni sonori e emissioni binaurali. Le conoscenze nel campo della musica elettroacustica e spettralista, le sue ricerche su fenomeni fisici e acustici, l'esplorazione del suono e delle sue mutazioni, sono la base di questa versione di Hypnomachia. La generazione di suoni ipnotici e l'uso di particolari frequenze in una sorta di camera d'espansione faranno entrare in oscillazione i corpi dei presenti.

Commissioned by the APRA AMCOS Art Music Fund in partnership with the Australian Music Centre.

For Hypnomachia VII Anthony Pateras develops, for the first time, an extended version through the night of This is not my first rodeo, a project that explores the psycho-acoustic interactions between two synthesizers in a quadraphonic settings. Ornamenting the principal synthesizer fabric are processed materials generated using the Revox B77 tape machine, incorporated to further heighten the production of sound phenomena and third-ear emissions. Pateras creates sound textures with infinite folds allowing an immersive listening. His knowledge in the field of electroacoustic and spectral music, his research on physical and acoustic phenomena, the exploration of sound and its mutations, are the basis of this version of Hypnomachia, which also includes remixed broadcasts from his Immediata catalogue.