Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Phenomena as compositional form

 Ben Vida, Lucio Capece

 
 

Phenomena as compositional form, è una nuova composizione per elettronica, Shruti Box, Slide Saxophone e Mini Speakers, che nasce da un'inedita collaborazione recente tra Lucio Capece e Ben Vida, sound artists già invitati separatamente in occasioni diverse da Xing e Live Arts Week. Partendo dalla costruzione di un linguaggio musicale comune basato su strutture armoniche microtonali, in Phenomena as compositional form Capece e Vida utilizzano ed espandono i fenomeni sonori prodotti dalla distorsione dell'orecchio interno, i battimenti e le divaricazioni tonali. Su questo substrato illusorio, le onde sonore si sovrappongono in una continuum inestricabile di ascese e discese, per dare vita ad un live che utilizza i fenomeni fisici e meccanici, non più apprezzabili in , come vera forma compositiva. Grazie a questa ricerca, Lucio Capece e Ben Vida creano uno spazio unitario in cui la musica diventa uno strumento per ascoltare come ascoltiamo, per percepire come percepiamo. Uno spazio acustico in perenne trasformazione, dove ogni dettaglio è parte fondamentale di un tutto.

Phenomena as compositional form is a new collaborative composition by Vida and Capece for electronics, Shruti box, slide saxophone and suspended mini speakers moved by propellers. Lucio Capece and Ben Vida, already presented in Bologna by Xing and Live Arts Week with separate solo projects, offer a unified space where music becomes a tool to listen to how we listen, to perceive how we perceive. A space in perennial transformation, where every detail is a fundamental part of a whole. Building on a shared musical language of microtonal harmonic structures, Capece and Vida's new work utilises the expanded sonic phenomena of inner ear distortion products, beating, Shepard and difference tones and non-specific sound objects. This work pushes beyond the bounds of typical sonic materials and delves into phenomena as compositional form.