Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Time Blade~Liquid Hand

 MSHR

 
 

Time Blade~Liquid Hand, performance di MSHR, duo fondato da Birch Cooper e Brenna Murphy, è al contempo un'installazione, una scultura ed una performance, dove il corpo dello spettatore si trova al centro di una relazione dinamica, immerso in un'esperienza iper-energetica di suono e luce. Time Blade~Liquid Hand nasce da un unico sistema di feedback fono-luminoso attivato da improbabili sintetizzatori, supporti elettronici primitivi auto-prodotti e strane interfacce-scultura decorate da segni indecifrabili e glifi. Nel suo insieme questa installazione può ricordare la plancia di comando di un'astronave aliena, nella versione mitologica che ipotizza un'origine extra-terrestre delle antiche civiltà amerinde. Ma evoca anche uno scenario burroughsiano, un luogo di meditazione nella foresta pluviale con insetti ignoti e punto di trasmissione di segnali da entità bizzarre. In mezzo a questo apparato i due performer attivano i sistemi di interazione con i movimenti del corpo e guanti fotosensibili, dando vita a un scintillante caleidoscopio di suono, rumore e baluginii luminosi. "Il suono è rigido ma flessibile. Onde quadre traslate in brandelli di pilastri". Il senso dell'opera sta nel rappresentare un’estensione della realtà, non un vincolo.

Time Blade~Liquid Hand is a live work by MSHR, the collaborative project by Birch Cooper and Brenna Murphy. It is at the same time a ritualistic performance, an installation and a living sculpture that place the human body into a dynamic relationship with sound and light, generating expanded sensory experiences. Time Blade~Liquid Hand revolves around a unique system of light-audio feedback that employs hand made synthesizers and sculptural interfaces. The duo insert themselves into the system, sitting in the center of the array and steering the feedback patterns by shifting sculptural sensors. MSHR create visions and sounds through bio-electronic technology of their own design: a collage that forward to whatever dreams may come between our torched out organic forms and the cyber over-mind. It is a performance between the borders of reality, primitive magic and science fiction, opening a path for us towards the New World of Square Waves.