Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

We, the frozen storm

 Marcel Türkowsky, Elise Florenty & Marcel Türkowsky

 
 

 

installazione audio-visiva

We, the frozen storm è il titolo dell'installazione inedita e site specific concepita per i suggestivi spazi delle gallerie sotterranee del rifugio del Pincio, sotto il Parco della Montagnola. Il titolo è ispirato a Bildbeschreibung (Esplosione della memoria/Descrizione di un'immagine) di Heiner Muller. "Quale può essere il viaggio dal verso l'altro? Si tratta di immaginarsi di confrontarsi con ritratti di personaggi che portano con storie dalle molteplici identità: dal vecchio al nuovo mondo, dal fattuale al fittizio, dal passato mai sepolto al futuro speculativo. Un viaggio colorato, ipnotico, in grado di attivare percorsi lineari o circolari, di spingere verso il disorientamento e la deambulazione dell'inconscio." Per la loro prima mostra in Italia, Florenty e Türkowsky hanno composto un'opera fatta di proiezioni video, suoni, bagliori e ombre, che segna un primo importante passaggio nelle ricerche attualmente in corso dopo il grande progetto Through Somnambular Laws (2011) verso una nuova serie di opere.

realizzazione per Xing/Live Arts Week
con la collaborazione di Bologna Sotterranea/Associazione Amici delle Vie d'Acqua e dei Sotterranei di Bologna 

audio-visual installation

We, the frozen storm is the title of the new and site-specific installation conceived for the evocative spaces of the tunnels of the Pincio shelter, under the Montagnola Park. The title is inspired by Bildbeschreibung (Explosion of memory/description of an image) by Heiner Muller. For their first exhibition in Italy, Florenty and Türkowsky have composed a work made up of video projections, sounds, glows and shadows, marking an important first step in the research currently underway after the great project Through Somnambular Laws (2011) toward a new series of works.

production Xing/Live Arts Week
with the collaboration of Bologna Sotterranea/Associazione Amici delle Vie d'Acqua e dei Sotterranei di Bologna