Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Sigourney Weaver

 Daniela Cattivelli, Biagio Caravano, Sigourney Weaver

 
 

Sigourney Weaver (Biagio Caravano, laptop e Daniela Cattivelli, laptop e sampler) lavora sulla stratificazione del suono che prende forma da una partitura di gesti/azioni a sostegno di una spessa griglia ritmica. Un’azione sonora che coglie come pretesto le regole di un gioco, lo spirito di una partita, la condotta e dislocazione fisica di due giocatori, per creare un evento sonoro e visivo che tende alla rottura e rifugge lo stazionario, definendo una zona di non riposo e di continui spostamenti. Gesti concreti come girare una manopola, premere un pulsante o far scorrere un fader performano gli immaginari suscitati da due bizzarri piloti del suono, evocando la gestualità del giocatore di ping pong e l’attitudine del 'classico' dj. Il performer ha l’obbligo di una estrema vigilanza. Come un dj deve mantenere costante il livello del  ritmo sul dance floor; come in un match di ping pong deve reagire velocemente alle mosse dell’avversario.