Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Epitaph

 Socìetas Raffaello Sanzio

 
 

Un libro di Romeo Castellucci, edito da Socìetas Raffaello Sanzio per Edizioni Ubulibri, in coedizione per la Francia con Les Solitaires Intempestifs.

Epitaph - il libro. Un libro composto interamente di immagini a colori, duecentoquaranta pagine per un percorso visivo ed evocativo nel mondo della Socìetas Raffaello Sanzio. Romeo Castellucci raccoglie e rielabora graficamente le fotografie di un percorso che attraversa i territori del mito e della favola, del sacro e del profano, del pittorico e del mostruoso, per riscrivere le leggi del bello. Il risultato ha la forza di un libro d’arte in cui si avvicendano quadri e situazioni scaturite dalla stessa logica compositiva degli spettacoli di cui riprende le suggestioni e i temi ricorrenti nel repertorio del gruppo. Dagli esordi, caratterizzati dalla ricerca di archetipi e simbologie da ricombinare in nuovi linguaggi, nell’irriducibile intenzione di prendere le distanze dalla realtà, fino alla scarnificazione di Shakespeare, alla creazione di nuove formule di teatro musicale, e alla reinvenzione  di opere capitali quali l’Orestea e la Genesi.

Il codice teatrale della Socìetas viene ricostruito in pagine  dominate da uno sguardo d’insieme, o precipitate in frammenti e particolari inaspettati, o filtrate da veli per un concatenamento di forme, elementi magmatici, assonanze e provocazioni. L’esposizione di corpi spropositati, di animali , di oggetti e automatismi, è un’ossessione per lo sguardo. La luce e il colore hanno un ruolo determinante nella successione di scene che si arricchiscono di scritte appartenute ad alfabeti estinti o da inventare: un universo scenico mai sceso a compromessi. Il volume è suddiviso in sette capitoli tematici, ognuno dei quali raccoglie le immagini di più spettacoli e ospita, a incorniciare l’opera visiva, alcuni scritti di presentazione di Franco Quadri, Frie Leysen, Alan Read e Cristina Ventrucci. Non vi sono precedenti a una così ampia raccolta di immagini del teatro visionario e radicale della Socìetas. Il gruppo ha infatti attraversato fasi “iconoclaste” e si è sempre trattenuto dal concedere fotografie e materiali per la pubblicazione. Oggi questo volume che esce contemporaneamente in Italia e Francia, va dunque a colmare un vuoto.

Epitaph è anche un videoclip che raccoglie le immagini di molti spettacoli della Socìetas Raffaello Sanzio, anche le più lontane, secondo un rimo battente. Un dovere funerario nei confronti delle proprie immagini e che rende chiaro il rapporto che con esse si vuole avere.