Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

DAMA LIBRE

 Margherita Morgantin

 
 

DAMA LIBRE è una mostra personale di Margherita Morgantin alla Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Ca’ Pesaro di Venezia (25 settembre > 21 novembre 2021).

DAMA LIBRE si articola tra l’installazione video CAMPO BASE, una specie del vento: l’inizio del monitoraggio climatico e performativo del progetto VIP restituito in un field recording visivo e sonoro dall’alba al tramonto accompagnato dal mantra numerico delle variazioni del vento rilevate dall’anemometro, che comporrà un ambiente della mostra (come "uno sguardo climatico di lunga durata sopra la montagna"), e un secondo ambiente che accoglie l'opera intitolata VIP = Violation of the Pauli exclusion principle SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA: un lungo foglio di carta filigranata che raccoglie un flusso astratto di segni e tracciati, arrotolato e poi svolto su un display orizzontale che integra luce e suono al disegno. Un sensore di fotoni PMT, estratto dalla scatola nera in cui opererebbe, giace tra gli appunti dell'artista come scultura tecnica in relazione con l’ambiente. Nel medesimo spazio pende una manica a vento in seta - elemento simbolico che accompagna da anni la ricerca dell’artista - a segnalare i movimenti invisibili dell’aria.

Il titolo della mostra si riferisce a distanza alla rilevazione di un segnale energetico compatibile con la materia oscura che impegna da anni e in diverse varianti gli esperimenti DAMA (DArk MAtter) ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso, nominato DAMA/LIBRA. Echeggia inoltre la postura di un’autrice che fa dialogare linguaggi e approcci diversi all’interno di un percorso di ricerca di comprensione profonda della realtà. Alla base del pensiero di Morgantin c’è il bisogno di indagare criticamente visioni e paradigmi convenzionali e di muoversi con libertà tra i saperi. La natura della sua ricerca visiva, connotata dal ricorso alla scienza e alla lingua scientifica, si sviluppa in direzione di una riflessione immaginativa transdisciplinare.

Il progetto VIP di Margherita Morgantin, simbolicamente legato alla Montagna del Gran Sasso, si è sviluppato nell’arco del 2020 e 2021. Il processo di ricerca ha avuto luogo SOTTO LA MONTAGNA, nel più grande laboratorio sotterraneo al mondo dedicato alla rilevazione di fenomeni rari ed eventi fisici che non dovrebbero avere luogo, grazie al 'silenzio cosmico' garantito da un massiccio strato di rocce che lo separa dall'atmosfera; e SOPRA LA MONTAGNA, sugli altipiani del Parco Nazionale del Gran Sasso in un'area ambientale importante per la sua biodiversità d’alta quota.

Dopo un anno di scambi e di ascolto tra Sopra e Sotto la montagna, tutti i dati scientifici e le osservazioni raccolte dagli strumenti di misurazione, tornano ad essere un fatto intimo e personale come racconto del sentire di un corpo e delle sue relazioni.” (M.M.)

In questa occasione il museo ha acquisito nella collezione permanente una delle opere esposte in mostra, frutto del progetto VIP = Violation of the Pauli exclusion principle SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA, prodotto da Xing e realizzato grazie al sostegno di Italian Council (VIII edizione 2020).

***

DAMA LIBRE is an exhibition by Margherita Morgantin at the International Gallery of Modern Art of Ca 'Pesaro in Venice (25 September > 21 November 2021).

DAMA LIBRE is articulated in the video installation CAMPO BASE, una specie del vento: the beginning of the climatic and performative monitoring of the whole project by Morgantin returned in a visual and sound field recording from sunrise to sunset accompanied by the numerical mantra of the wind variations detected by the anemometer, which will compose an environment of the exhibition (like "a long-lasting climatic gaze over the mountain"); and the artwork/display VIP = Violation of the Pauli exclusion principle SOTTO LA MONTAGNA, SOPRA LA MONTAGNA, a long sheet of watermarked paper that collects an abstract flow of signs and marks, rolled up and then carried out on a horizontal display that integrates the drawings with light and sound. A PMT photon sensor, extracted from the black box in which it would operate, lies among the artist's notes as a technical sculpture in relation to the environment. In the same space hangs a silk windsock - a symbolic element that has accompanied the artist's research for years - to signal the invisible movements of the air.

The title of the exhibition, DAMA LIBRE, refers to the detection of an energy signal compatible with dark matter, which has been involved in the DAMA (DArk MAtter) experiments at the Gran Sasso National Laboratories for years and in various variants. It also echoes the posture of an author who makes different languages and approaches dialogue within a path of research and deep understanding of reality. At the core of Morgantin's thinking is the need to critically investigate conventional visions and paradigms and to move freely among knowledge. The nature of her visual research, characterized by the use of science and scientific language, develops in the direction of a transdisciplinary imaginative reflection.

Margherita Morgantin's VIP project, symbolically linked to the Gran Sasso Mountain, was developed in 2020 and 2021. The research process took place UNDER THE MOUNTAIN, in the largest underground laboratory in the world dedicated to the detection of rare phenomena and nuclear physical events, thanks to the 'cosmic silence' guaranteed by a massive layer of rocks that separates it from the atmosphere; and ABOVE THE MOUNTAIN, on the Gran Sasso National Park, an important area for its high altitude biodiversity.

"After a year of exchanges and listening between Above and Under the Mountain, all the scientific data and observations collected by the measuring instruments become an intimate and personal fact as a story of the feeling of a body and its relationships." (M.M.)

On this occasion, the project VIP = Violation of the Pauli exclusion principle UNDER THE MOUNTAIN, ABOVE THE MOUNTAIN, produced by Xing and created thanks to the support of the Italian Council (VIII edition 2020), is presented to the public in the exhibition, and the artwork VIP, the result of the artistic process carried out by the artist, becomes part of Ca' Pesaro's collections.