Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Found in transition

 Marco Mazzoni

 
 

Per Found in transition costruisco oggetti o sintomi di oggetti, accumulo segni di un fare e di un procedere, per recuperare la nozione dell’umano dove posso fare confluire oltre alle aspettative mentali anche quelle elementari, fisiche, dinamiche e performative. Quello che cerco sono manufatti/azioni come atteggiamento grammaticale per un campo manuale- somatico-mentale dove il fare è traccia che si somma al ‘resto’, che nella sua natura fisica si fa carico del segno per cui ha preso forma; il corpo è fantasma, che agisce ed è agito al servizio di un immaginato e del suo stesso riflesso.

a] line
a] threshold
a] frame


Tre oggetti dislocati in luoghi e tempi diversi, che si articolano attraverso attività e/o passività.

Una linea di un chilometro realizzata in tempo reale con un traccialinee.

Una soglia a frange, appesa ad un albero, della lunghezza del ramo dove è collocata fino a filo terra, da osservare nella sua leggerezza mobile o da agire attraversandola.

Un riquadro double-face da attivare individualmente, teso, tenuto per le estremità superiori e posizionato di fronte a sé, nel luogo e tempo che ognuno desidera.

***

In Found in transition I build objects or symptoms of objects, accumulating marks of making and of their advancement, to recover the notion of the human where I can bring together, in addition to mental expectations, even the elementary, physical, dynamic and performative ones. What I am looking for are artifacts/actions as a grammatical attitude for a manual-somatic-mental field where doing is a trace that is added to the ‘rest’, which in its physical nature takes on the charge of the sign for which it has taken shape; the body is a ghost, acting and being acted out in the service of an imagined person and his own reflection.

a] line
a] threshold
a] frame


Three objects displaced in different places and times, which are articulated through activity and/or passivity.

A one kilometer line made in real time with a line-marker.

A fringed threshold, hanging from a tree, the length of the branch where it is placed up to ground, to be observed in its mobile lightness or to acted upon by crossing it.

A double-sided frame to be activated individually, stretched, held by the upper ends and positioned in front of you, in the place and time that anyone desires.