Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Insomnia, a word of mouth

 Alix Eynaudi

 
 

Insomnia, a word of mouth è un passaparola, una miniatura per sempre recessiva, spostamenti e incroci occasionali alla ricerca di un piacere effimero ed anonimo ai bordi, tra gli argini dei fiumi, ai margini di un festival.

A Bologna, durante Live Arts Week, due donne - Anne e Alix – fanno cruising nel sottobosco di un evento pubblico, (quasi) in sordina. Come note a margine di un evento, pascolano attraverso le loro biblioteche personali condivise insieme agli ospiti, in una dark room a cielo aperto.

Un gioioso atto di bibliomanzia.

I libri agiscono loro malgrado. Vanno d'accordo tra loro, entrano in contatto attraverso attività, letture, traduzioni e tradimenti. Insieme sostengono lo spazio (sociale) in cui ci parliamo. Come i tremori della terra, Insomnia, a word of mouth accoglie e incoraggia la formazione di linee e fessure lungo questo spazio di condivisione. Una poesia bootleg orchestrata da un cambio di colore.

(pardon, chiedo scusa agli alberi)

 
ideazione e libri scelti Alix Eynaudi

con Alix Eynaudi e Anne Faucheret
oggetti luminosi An Breugelmans
produzione Xing/Live Arts Week, Alix Eynaudi/boite de production

***

Insomnia, a word of mouth is a miniature forever recessive, cruising the edges, the river banks, the margins of a festival.

Two women - Anne and Alix - cruise the undergrowths of a public event, (almost) unannounced. Like notes on the sidelines of the event, they (f)orage through their libraries together with guests, in an open air dark room.

A joyful act of bibliomancy.

The books act in spite of themselves. They get along with each other, they get in touch across activities, readings, translations and (mis)interpretations, together they hold a (social) space where we talk to each other. Like earthly tremors, Insomnia, a word of mouth welcomes and encourages the formation of lines and fissures along this space of sharing. A bootleg poem orchestrated by a change of colour.

(pardon aux arbres)

 
concept and selected books Alix Eynaudi
with Alix Eynaudi and Anne Faucheret
luminous objects An Breugelmans
production Xing/Live Arts Week, Alix Eynaudi/boite de production