Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Postfantamusicologia

un disco di Giampiero Cane e Daniela Cattivelli

19/1/2022 - 19/1/2022

Xing presenta il disco di Giampiero CaneDaniela Cattivelli, Postfantamusicologia, per Xong collection – dischi d’artista. L’uscita è una collector’s edition su vinile bianco in edizione limitata di 30 copie, numerata e firmata (sold out dopo la presentazione: in ristampa altre 40 copie). L’immagine della cover è un collage di Giampiero Cane (aka J. Peter Hund) del 2007.

Postfantamusicologia è una creazione sonora basata su testi e voce di Giampiero Cane, da lui stesso performati e manipolati dalla compositrice Daniela Cattivelli, che li ha proiettati elettronicamente in un flusso caotico. L’accompagna un remix in cui la voce contraffatta si mimetizza tra fanfare sintetiche e effetti doppler, come nelle criptazioni del SIGSALY, il sistema vocale sicuro utilizzato nella seconda guerra mondiale per le comunicazioni di livello più alto.  Il disco è uno special dedicato alla figura eccentrica diCane: musicologo, docente, giornalista, scrittore e sportivo, a cui piace stare dalla parte del torto. Sebbene si renda conto dell'impossibilità della cosa (dovrebbe dar torto a chi gli dà ragione e così via), visto che singolarmente non potrebbe venirne a capo, ha risolto provvisoriamente il problema partecipando alla minoranza.

“Allunati dopo un formidabile balzo del mio Pegaso junior. La luna vista dalla luna sembrava una luna con un occhio ammaccato: una voce ripeteva Maledetto Méliès con un ritmo che sembrava rallentare, ma invece era costante. Luna tu, Luna marinara, Verde luna, Luna rossa, Moon dell’Alabama com’è che ti sei ridotta così?” (da Bar Stockhausen, lirica di Giampiero Cane)

Giampiero Cane (1937), critico musicale e scrittore, ha insegnato Musica moderna e contemporanea e Civiltà musicale afro americana al DAMS dell’Università di Bologna per un ventennio, ha lavorato per la RAI tv e radio, e ha scritto dagli anni '60 per quotidiani e riviste fra le quali Il Manifesto e Alias. E’ autoredidiversilibri, trai qualiSade, Rossini, Leopardi. Tre deformazioni dolorose; Canto nero. Il free jazz degli anni Sessanta; Duke Ellington. Dalla White house a Dio; Monkcage. Il Novecento musicale americano; Con-fusa-mente il Novecento; D’unghie ed altro.

Daniela Cattivelli (1966) è sound artist, compositrice di musica elettroacustica, performer, con base a Bologna. Nei suoi lavori esplora le molteplici sfaccettature della dimensione sonica approfondendo aspetti relativi alla fisica del suono, la progettazione di dispositivi d’ascolto non convenzionali, l’indagine attorno a ‘contesti sonori’, ovvero ambiti in cui il fatto musicale è strettamente allacciato ad una pratica o ambiente culturale. Ha realizzato sound performance, installazioni sonore, live-set audio-video e live electronics per prestigiosi contesti in Italia e all’estero. Inizia come sassofonista formandosi attraverso esperienze musicali eterogenee: dalla musica industriale a quella colta contemporanea, da quella improvvisata alla musica di scena. Tra il 1990 e il 2000 fonda, assieme ad altri musicisti basati a Bologna, una serie di gruppi musicali: Laboratorio Musica & Immagine, Fastilio, Eva Kant, Antenata. Il territorio d'indagine sulla ricerca sonora si è in seguito allargato verso esperienze artistiche interdisciplinari, l’adozione di una strumentazione elettroacustica e sempre più frequenti incursioni in ambiti performativi. Oltre a progetti in solo ha avviato nel corso degli anni nuove formazioni con altri artisti e/o musicisti, tra queste: CANE con l’attrice Federica Santoro, Sigourney Weaver con il performer e danzatore Biagio Caravano; Mylicon/en con il videomaker Lino Greco. Ha collaborato e suonato con noti musicisti e improvvisatori della scena sperimentale internazionale: Fred Frith, Barry Guy, Alvin Curran, Zeena Parkins, Charles Hayward, Butch Morris, Jon Rose, Margareth Kammerer, Stevie Wishart, Stefano Pilia, Clementine Gasser, Carol Robinson, John Oswald, Luciano Maggiore, Alvin Curran; e col critico musicale Giampiero Cane. Ha inoltre composto musica per il teatro e la danza, per le compagnie italiane di ricerca più rappresentative: Michele di Stefano / MK, Fabrizio Favale Le Supplici, Daniele Albanese, Simona Bertozzi, Giorgio Barberio Corsetti, Teatro Valdoca, Laminarie, Kinkaleri e per artisti internazionali tra cui i coreografi William Forsythe (per il Padiglione Germania alla Biennale Architettura Venezia 2014), Yoko Higashino-Baby-Q, Raquel Silva. Nel campo delle arti visivi ha collaborato con Cristian Chironi, Marcello Maloberti, Luca Trevisani, Michaela Grill. Affianca all’attività artistica quella didattica. Dal 2014 al 2018 è stata docente del corso di sound design presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Attualmente insegna Interpretazione ed esecuzione della musica elettroacustica al Conservatorio di Bologna e Sound design all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Dal 2012 ha avviato una stretta collaborazione con TEMPO REALE, il centro di ricerca e produzione musicale fondato a Firenze dal compositore Luciano Berio.     www.danielacattivelli.it

Xong è il nome della collana di dischi d'artista, prodotta da Xing, di personalità - italiane e non – legate al variegato mondo della performatività. La collana esplora e traccia una geografia di artisti che intendono il campo sonico come una delle piattaforme in cui espandere i loro mondi e la loro immaginazione. "Lo spazio del disco" è la scena su cui focalizzare e amplificare la propria poetica come fenomeno sonico e fisico, lo spazio da performare. Xong è un progetto unico nel suo genere che disegna nuovi contorni per produrre una diversa comprensione del performativo, delle live arts, e del loro potenziale. Ogni disco è in edizione numerata. Il vinile accoglie la solidificazione del gesto, ma non documenta alcunché. Nell'insieme colleziona una serie di creazioni originali che costituiscono una rassegna a lungo termine. Xong si sedimenta anche come testimonianza storica alla fine della società della prossimità. Onda su onda, Xong è una collana di “Musica-Non-Musica” per attualizzare l’immaginazione.

***

Ascolta estratti / LIsten to excerpts     B
 
Acquista / Buy:
Soundohm  (mail order)   order@soundohm.com    (Euro 70)
Flash Art  (collector's editions)   progettispeciali@flashartonline.it    (Euro 70)
Xong contattI:
xong@xing.it
xing.it  soundcloud.com/xing-records
 
*** 

Xing presents a new record by Giampiero Cane and Daniela Cattivelli, Postfantamusicologia, for Xong collection - artist records. The release is a collector's edition on white vinyl in a limited edition of 30 copies, numbered and signed. The cover image is a collage by Giampiero Cane (aka J. Peter Hund) from 2007.

“Landed on the moon after a formidable leap from my Pegasus junior. The moon seen from the moon looked like a moon with a black eye: a voice repeated Damn Méliès  with a rhythm that seemed to slow down, but instead it was constant. You Moon, Sailing Moon, Green Moon, Red Moon, Moon of Alabama, how did you end up like this?"  (from Bar Stockhausen, lyrics by Giampiero Cane)

Postfantamusicologia is a sound creation based on the texts and voice of Giampiero Cane performed by himself and manipulated by the composer Daniela Cattivelli, who electronically projected them into a chaotic flow. It is accompanied by a remix in which his counterfeit voice is camouflaged among synthetic fanfares and doppler effects, as in the encryption of SIGSALY, the secure-voice-system used in the Second World War for higher-level communications. The record is a special edition dedicated to the eccentric figure of Cane: musicologist, professor, journalist, writer and sportsman, who likes to be in the wrong. Realizing the impossibility of that (he should blame those who agree with him and so on), given that individually he cannot find a solution, he has provisionally solved the problem by participating in the minority.

Giampiero Cane (1937), italian music critic and writer, has taught Modern and Contemporary music, and Afro-American music culture at the DAMS/University of Bologna for twenty years, and has written since the 1960s for newspapers and magazines including Il Manifesto and Alias. He has collaborated with RAI national broadcasting company (Tv and Radio). He is the author of several books, including Sade, Rossini, Leopardi. Tre deformazioni dolorose; Canto nero. Il free jazz degli anni Sessanta; Duke Ellington. Dalla White house a Dio; Monkcage. Il Novecento musicale americano; Con-fusa-mente il Novecento; D’unghie ed altro.

Daniela Cattivelli (1966), italian sound artist, electroacoustic composer, performer. Began as a saxophone player, by training through a variety of musical experiences. Between 1990 and 2000 she cofounded in Bologna a number of music groups: Laboratorio Musica & Immagine, Fastilio, Eva Kant, Antenata. The area of investigation on sound research has subsequently spread to interdisciplinary artistic experiences, to the adoption of an electro-acoustic instrumentation and frequent incursions into performance.Today she explores the multiple facets of the sonic dimension by deepening aspects relating to the physics of sound, the design of unconventional listening devices, the investigation around ‘sound contexts’, situations in which a musical event is strongly anchored to a given practice, function or cultural environment. She has created sound performances, electroacoustic compositions, audio-video live sets, sound installations and live electronics for prestigious contexts in Italy and abroad.She has collaborated and performed with musicians and improvisers of the international experimental scene: Fred Frith, Barry Guy, Alvin Curran, Zeena Parkins, Charles Hayward, Butch Morris, Jon Rose, Margareth Kammerer, Stevie Wishart, Stefano Pilia, Clementine Gasser, Carol Robinson, Luciano Maggiore, John Oswald; and with music critic Giampiero Cane. She has furthermore composed music for theatre and dance for some of Italy’s most representative research groups: Michele di Stefano/MK, Fabrizio Favale Le Supplici, Daniele Albanese, Simona Bertozzi, Giorgio Barberio Corsetti, Teatro Valdoca, Laminarie, Kinkaleri, and for international artists including choreographers William Forsythe (for the Germany Pavillion at the Venice Architecture Bienniale 2014), Raquel Silva, Yoko Higashino-Baby-Q. In the field of visual arts she has collaborated with Cristian Chironi, Marcello Maloberti, Luca Trevisani, Michaela Grill. She teaches Interpretation and performance of electroacoustic music at the Bologna Conservatory, and Sound design at the Academy of Fine Arts in Carrara. She collaborates with TEMPO REALE, the centre for musical research and production founded in Florence by composer Luciano Berio.  www.danielacattivelli.it

Xong is the name of the new collection produced by Xing, a vinyl-only record label of works by both Italian and international personalities linked to the variegated worlds of live performativity. The collection explores a geography of artists who present this sonic field as a platform to expand their staged worlds. "The space of the record" is given focus and amplifies their poetics as both a sonic and physical phenomenon. Xong is a unique project that draws out divergent understandings of the performative and live arts, beyond genre and intersecting between different practices. Xong collects a series of original creations that constitute an expanded program. Each physical record is a numbered edition on white vinyl hosting the solidification of the gesture. A wave upon wave, a series of "Music-Non-Music" to actualize both the artists and listeners imagination.