Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

T.E.R.R.Y. #1, #3, #4

un progetto speciale di Pathosformel sulla competizione

16/11/2013 - 16/11/2013
Raum Bologna

Sabato 16 novembre Xing ospita T.E.R.R.Y.#1,#3,#4, progetto multiplo di Pathosformel suddiviso in due diversi esperimenti su forme di competizione che avranno luogo dalle ore 18 a Raum e nella adiacente Bottega di Restauro di Via Ca' Selvatica, seguiti da un incontro teorico alle ore 21 con il sociologo dell'architettura Jean-Louis Violeau e il filosofo e agitatore culturale italiano Franco Berardi Bifo. Il programma rientra nelle azioni di Teatri Del Tempo Presente, progetto interregionale di promozione dello spettacolo dal vivo, a cura del MiBAC - Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo e Regione Emilia-Romagna, che vede come produttore delegato Emilia Romagna Teatro Fondazione (ingresso gratuito).

T.E.R.R.Y. nasce da una riflessione di Pathosformel sulle dichiarazioni di Terry di Nicolò, escort italiana, che nel settembre 2011 rilascia un’intervista ad un programma della televisione pubblica, dipingendo con estrema chiarezza alcune dinamiche quotidiane. T.E.R.R.Y. parte da una serie di esperimenti che, in uno sviluppo progressivo dall'inanimato all'animato, sollevano altrettante questioni sulla competizione. A Bologna saranno presentati un’installazione di luci che competono per una quantità insufficiente di energia, il risultato di un laboratorio di design e immaginazione politica per bambini tenuto da altri bambini, e un incontro pubblico sull'Utopia. Il progetto complessivo della compagnia ha visto anche la messa in opera di un giardino competitivo e una performance agita da macchine, piante e bambini, che hanno debuttato al festival di Santarcangelo.

C'è chi definirebbe questo tempo descritto da Terry l'ora dei rapporti brutali, il tempo di una naturale lotta per la sopravvivenza trasformatasi in una determinazione senza regole, del mito di un successo insaziabile che giustifica ogni altra considerazione. E se da quel giorno di settembre in cui abbiamo visto uscire i dipendenti della Lehman Brothers scatoloni in mano, è diventato comune vedere le regole di questa lotta come ciò che ci ha portato nella situazione in cui siamo, non dovremmo essere così severi con il nostro arrivismo: non è forse quello grazie al quale abbiamo costruito tutto ciò che abbiamo? Così, in un momento in cui non si fa altro che parlare di immaginare un altro mondo possibile, ci siamo chiesti se a questo nostro mondo, saremmo in fondo davvero in grado di saper rinunciare. Perché forse questa volta, prima di cominciare ad immaginare un altro mondo possibile, potremmo prima chiederci se è veramente possibile immaginarlo.  (Pathosformel)

T.E.R.R.Y.#1 

installazione luminosa

h 18>23 
Bottega di Restauro 
 


T.E.R.R.Y.#3

sessione di design e immaginazione politica per bambini tenuta da altri bambini

h 18.30>19.30 
Raum 
 


T.E.R.R.Y.#4
incontro

con Jean-Louis Violeau, Farnco Berardi Bifo, Daniel Blanga Gubbay, Paola Villani 

h 21.00 Raum

T.E.R.R.Y.
di Daniel Blanga Gubbay, Paola Villani
in collaborazione con Michele Bazzana e Lucia Ferroni
produzione Pathosformel
coproduzione Centrale Fies, Hotel Pro Forma Copenhagen, Santarcangelo Festival
col sostegno di PACT Zolverein Essen, Workspace Brussels.
in collaborazione con Arboreto di Mondaino, Uovo, APAP NetworkOPP