Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

Instruction Series: Le Club Nautique de Kinshasa / Pool Malebo

 MK, Davide Savorani, President Mobutu, Ayub Muhammad, Alessandro Bedosti

 
 

Con questo esperimento di mk, qualunque problematica riguardante l’autorialità e l’interpretazione viene sciacquata nella soluzione sempre aperta dell’alea combinatoria e della malìa delle personalità individuali.
Le ‘istruzioni per una performance da compiere’ sono il nodo di questo progetto coreografico a distanza, impartito per delega, via e-mail, a quattro diverse personalità, straordinarie e comuni (un danzatore, un artista visivo e performer, un esecutore incongruo, uno spirito socio-geografico).
Le istruzioni inoltrate dal coreografo, pure informazioni di innesco del processo, sono state scritte anche per essere fraintese, per colmare una lacuna e soddisfare una impossibilità (quella dell’autore) di aderire a materiali che non comprende e dei quali non prefigura lo sviluppo, restando comunque chiara una organicità in questa collezione di immagini e atti da realizzare.
In questo progetto non esistono gerarchie aspettative e tutto si corromperà così come deve. In questo spossessamento creativo è centrale il processo di appropriazione e traduzione, incluso il fraintendimento. Se fosse un esercizio di collocazione topografica, il codice comportamentale sarebbe lo spaesamento, e la confusione la tecnica (descrizione senza luogo). E se invece fosse un esperimento chimico, basterebbe osservare le reazioni di diversi elementi (reazione omogenee, eterogenee), il loro ordine e le velocità (reazioni istantanee: esplosioni; reazioni veloci: combustioni, reazioni lente: corrosioni).
 
Il Club Nautique è un ristorante e luogo di ritrovo per turisti, businessmen, faccendieri e militari sulle rive del Pool Malebo, il grande bacino idrico in cui si allarga il fiume Congo al confine tra Congo e Repubblica Democratica del Congo. Sulle sue rive si affacciano opposte le città di Brazzaville e Kinshasa.
Tutto si svolge dalla parte dell’enormità, come se qualunque azione – per poter  essere contemplataavesse bisogno di muovere molto più spazio del consueto. Un cielo basso monsonico grava sulla comunità. E’ questo cielo basso che deve essere sollevato.
Le danze sono tentativi specifici di creare le correnti necessarie a muovere questa atmosfera da malaria.
L’atteggiamento del corpo è – non trovo altra definizionedi non comprensione. “Descrizione senza luogo” si direbbe.
In quanto ventilatori, i corpi agiscono funzionalmente, valutando il risultato spaziale e nel caso, aggiustando il tiro. Ne consegue che spesso le azioni risultano indifferenti come preghiere, con la stessa imperturbabilità nei confronti della durata e la stessa tenacia nel non produrre intermissioni che distraggano dalla finalità.
Ogni volta che la rarefazione/l’apertura/l’enormità dello spazio vengono prodotte, si crea la condizione per l’intrattenimento da ristorante, che ha le caratteristiche di un esperimento scientifico: si cercano vibrazioni gassose in uno spazio sconfinato: il DELAY.  
   
(estratto da Instruction Series di Michele Di Stefano)