Grazie di esserti iscritto alla newsletter di Xing. Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato. Thanks for joining the Xing newsletter. You’ll receive an email notification.

Versione

Landing Talk

 Studio Azzurro

 
 

I racconti del pianerottolo. Sei piccole pièce teatrali, sei storie non finite, sospese nella loro narrazione continua e ripetuta che attendono una loro impossibile conclusione.
Sei situazioni ispirate vagamente ad altrettanti racconti scritti da autori di diverse provenienze che attraverso porte “sensibili” e animate fanno entrare lo spettatore in mondi diversi abitati e abitabili.
Un po’ ospite, un po’ intruso, lo spettatore di questa installazione multimedia interattiva è subito come potenziale narratore, lettore, regista, viaggiatore del tempo, visitatore di mondi che esistono, di là dalla sua presenza, con le loro leggi fisiche e sociali e i loro accadimenti imprevedibili.
Può sembrare semplice avventurarsi nella orwelliana Fattoria degli animali, ma la stanza nella Casa delle belle addormentate-Nemureru bijo di Yasunari Kawuabata richiede una maggiore attenzione e concentrazione, …i tuffi di un corpo nell’acqua e silenziosi sussurri possono rimandare al Passeggero segreto di Conrad, un quadro di Edward Hopper aprirsi inevitabilmente all’America dei racconti di Faulkner, le ultime due stanze alludere sottilmente a testi di Kafka e E.A.Poe…
Dallo spazio intorno al pianerottolo, punto di partenza dei racconti e dell’installazione, la scena si sposta vicino alle porta traslucida, dove si può tentare di ascoltare senza essere visti. Ma lo spazio sensibile con puntuale precisione registra la presenza dei visitatori e li obbliga a diventare protagonisti, spalancado la porta dell’ambiente di cui è custode.

Landing Talk è l’installazione multimedia presentata in anteprima nazionale da Studio Azzurro nella sezione espositiva Media Magica del festival Netmage. Uno spazio apparentemente del tutto innocuo, un pianerottolo, diventa la scena di una serie di racconti, pronto ad aprirsi magicamente ai Dialoghi delle sei porte… qual è il confine tra reale e magico, quali sono le soglie che portano dal primo al secondo? Studio Azzurro, nella migliore tradizione del pensiero sulla magia, sembra voler alludere con Landing Talk ad una continuità fra i due mondi, affatto separati. Una, tre, sei porte magiche, visibili ma al tempo stesso nascoste, si aprono come nella migliore tradizione della fiaba ad un universo di sequenze di immagini, micronarrazioni di lontana origine letteraria, in quell’oltremondo dell’affabulazione e del racconto dove tutto è possibile… cosa fa in modo che il mondo in attesa, celato nella porta proiettata, si dissolva? Chi determina e secondo quali leggi i cinque differenti scenari-dialoghi, agiti ed abitati da presenze più o meno misteriose e corpi solo apparentemente intrappolati? Forse gli spettatori, attraversando coni di luce o spazi sensibili, … ma relazionandosi gli uni con gli altri o indipendentemente? Che margine di libertà ed espressione c’è in un ambiente qualsiasi, luogo solo apparentemente funzionale, in realtà forse del tutto programmato e sotto controllo? Come nella ricerca più recente di Studio Azzurro sugli ambienti interattivi e “sensibili” in Landing Talk è il pubblico ad essere chiamato ad oltrepassare la condizione della fruizione solo passiva, ad essere invitato ad una forma di esperienza percettiva in parte inedita. Uno spettatore che forse non diviene “attore” ma, anche solo per poco, propulsore di eventi audiovisivi che ricombinano quadri di immagini per sviluppi narrativi possibili fra loro sempre diversi.

Progetto: Leonardo Sangiorgi, Davide Sgalippa
Coordinamento alla produzione: Reiner Bumke
Riprese: Mario Coccimiglio
Montaggio: Mara Colombo
Musiche: Tangatamanu, Alberto Morellli, Stefano Scarani
Racconto in 3D: Claudio Molinari
Progetto software: Orf Quarenghi
Progetto per il sistema sensibile e interattivo: Stefano Roveda
Coordinamento attori: Elisa Mendini, Martina Sgalippa
Gruppo teatrale L’Arrocco: Martina Sgalippa, Elisa Mendini, Federica Rossi, Chiara De Angeli, Oriana Haddad, Stefania Benedetti, Raffaella Ossino, Alice Ricciardi, Giovanni Mendini, Claudio Sinatti, Marino Giudici, Andrea manera, Danilo Consoli, Davide Scatà