Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

Phonoramatico

 Invernomuto, Marco Lampis, Stefano Pilia, Roberto Bertacchini, Alessandro Bocci, Massimo Carozzi, Dafne Boggeri, Ootchio, Fantasmagramma, Valerio Tricoli , Luciano Maggiore, Dominique Vaccaro , Claudio Rocchetti, Riccardo Benassi, Francesco Cavaliere, Manuel Giannini

 
 

"Nella doppia sala di Raum ogni nucleo operativo si muove autonomamente ridefinendo lo spazio performativo. A partire da uno stuolo di ‘punti di attracco’ (ovvero prese di corrente) in un ambiente completamente buio, gli impianti di amplificazione audio sono totalmente mobili, definendo traiettorie individuali; niente è possibile all’udito senza il contributo bipede dello spostamento. La vista, da parte sua, non ha appigli video-visuali: la performatività fisica, la centralità dell’autore che opera sulle proprie strumentazioni, l’intrigo installativo dei cavi e la conseguente riduzione/fantasmaticità estrema dello spazio adibito al pubblico, conducono a smarrirsi piuttosto che a indirizzare."