Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

Oplà. Performing Activities I

programma di live arts

2/2/2019 - 4/2/2019

Arte Fiera 2019 dà spazio alle live arts alla luce della 'tradizione' che Bologna ha coltivato a partire dagli anni '70, affidando a Silvia Fanti/Xing l’ideazione di un progetto speciale dedicato alla performance (venerdii 2, sabato 3, domenica 4 febbraio 2019).
Oplà. Performing Activities è una serie di azioni che si svolgono dentro l’edificio della fiera, fuori di essa e ai suoi margini. Il programma apre, all’interno di un grande evento commerciale, degli spazi in cui oggetti e servizi non sono in vendita, ma affidati ad altre logiche o economie paradossali come lo scambio di parole e idee. Oplà insinua così delle performance in un contesto funzionale, attivando la possibilità di partecipazione e condivisione dell'opera dal vivo, e offrendo una serie di pratiche alla portata di chiunque per tre giorni consecutivi, in una concatenazione di relazioni e coinvolgimenti. 
Sono stati, per questo, coinvolti nella costruzione di una serie di micro-sistemi di creazione, lavoro e servizio, quattro artisti ‘fuoriclasse’ italiani: Alex Cecchetti, Cesare Pietroiusti, Cristian Chironi, Nico Vascellari.
 
Lavorare nel contemporaneo significa oggi creare occasioni, contesti e tempi che mostrino non più "che cosa è" l'arte, ma "che cosa fa" l'arte. Come rispondere quindi alla proposta di portare la Performance in una fiera d'arte senza fare della decorazione o semplicemente sentirsi fuori luogo?
Oplà insinua delle performance in un contesto funzionale, attivando la possibilità di partecipazione e condivisione dell'opera dal vivo. Piuttosto che presentare dei singoli gesti conclusi di durata definita, il performativo è inteso come un'attività: costruzione di una serie di micro-sistemi di creazione, lavoro, servizio. Con sguardo critico ma generoso, Oplà offre una serie di pratiche alla portata di chiunque per tre giorni consecutivi.
La scelta di coinvolgere artisti italiani - e sono tutti dei ‘fuoriclasse' - è in sintonia con il disegno curatoriale di questa edizione di Arte Fiera, e riconosce ai quattro ideatori di questi progetti speciali la capacità di analizzare e rispondere allo specifico contesto di una fiera. Ogni Attività è una concatenazione di relazioni e coinvolgimenti, a conferma che è ancora possibile in Italia una mutualità o cross-pollination che avvicina estetica ed etica, economia e spreco volontario.  
 
Progetti:
Alex Cecchetti - Love Bar
Cesare Pietroiusti - Artworks that ideas can buy
Cristian Chironi - Bologna Drive
Nico Vascellari - Ciao Ciao Arte Fiera
 
Dove:

Arte Fiera - Quartiere Fieristico di Bologna
 
Info:

www.artefiera.it
 
****
 
Arte Fiera 2019 gives space to live arts in the light of the 'tradition' that Bologna has cultivated since the 70s, entrusting the curator Silvia Fanti/Xing with the creation of a special project dedicated to performance, Oplà. Performing Activities, who has devised a programme of activities to be held in, around and outside the fairgrounds (friday 2, saturday 3, sunday 4 february 2019). 
The history of performance in Italy is inextricably linked to Bologna: the legendary International Performance Week of 1977, the 'performance theatre' of the 1980s together with the multi-media experiences of the 1990s and new millennium have consolidated an uninterrupted link between the city and the live arts. 
The aim of Oplà is twofold: to create a physical link with the fair and the city; and to create within the framework of a large commercial event spaces where objects and services are not on sale, but rather follow a different, paradoxical economic logic based on the exchange of words and ideas. 
 
Working today with the contemporary means creating occasions, contexts and moments that show not so much “what art is” but “what art does”. The question is therefore how to respond to the proposal to make Performance part of an art fair without turning it into a merely decorative or, at worst, inappropriate accessory.
Oplà slips performance into a functional context, creating opportunities to be an active part of an artwork. The performances are not individual shows lasting a set time, but rather activities proper: a series of microsystems involving creation, work and service. For three consecutive days, Oplà will lay on a series of critically acute but generously open-minded performing activities that anyone can be a part of.
The decision to involve Italian artists – all of them prominent figures – is in line with the curatorial approach of this edition of Arte Fiera. Each of the four ingenious performance projects reveals an ability to analyze and respond to the specific context of an art fair. Each Activity triggers a cascade of participative relations, proving that cross-pollination and mutual interaction are still possible in Italy today and that aesthetics can be paired with ethics and economy of means with willful waste.
 
Projects:
Alex Cecchetti - Love Bar
Cesare Pietroiusti - Artworks that ideas can buy
Cristian Chironi - Bologna Drive
Nico Vascellari - Ciao Ciao Arte Fiera
 
Where:

Arte Fiera - Quartiere Fieristico di Bologna
 
Info:

www.artefiera.it