Riceverai una conferma per email all'indirizzo segnalato.

Nome
Cognome
E-Mail
Versione
 

F.I.S.Co.03

Doing

24/3/2003 - 12/4/2003

F.I.S.Co. 03, terza edizione del festival dedicato allo spettacolo contemporaneo, che si terrà per 3 settimane dal 24 marzo al 12 aprile 2003 a Bologna in più locations (Raum, Ex Bologna Motori, Fabrica Features), a cura di Xing. Preceduto da Corpo sottile (2001) e Non io (arte in mancanza di soggetto) (2002) il festival cambia titolo e si ribattezza all'insegna del 'fare', 'doing', a sottolineare la sua mobilità nella ricerca delle punte più innovative dello scenario internazionaleDoing darà spazio a quella zona di produzione artistica che non si identifica integralmente col teatro, con la danza, con le arti visive e plastiche ma che le attraversa tutte: il raggio d'azione degli artisti che lavorano sul corpo, la parola, l'immagine, il sonoro in rapporto alla scena si è ampliato connettendo campi che per rigidità sistemiche sono stati sinora tenuti separati. Siamo nel campo delle 'arts vivents'. All'insegna della 'mise en presence', Doing ospiterà eventi performativi, visuali, coreografici dalla natura poco identificabile e aperti: alcuni segnati da un humor tagliente e caustico, dementebrillante; altri da un irrisolto mistero della quotidianità; altri ancora da una potenzialità scenica che mai prende forma, una sorta di 'teatro potenziale'. Ciò che si vedrà a Doing non fornirà soluzioni: anzi si presenterà come luogo aperto alle interpretazioni, senza che  alcuna sembri definitiva (e prevedibile).

F.I.S.Co.03, the third edition of the festival curated by Xing and dedicated to the latest forms of contemporary performing arts, will take place from March 24th to April 12th 2003 in different locations in Bologna. After Corpo Sottile (2001) and Non Io (2002) – this year’s edition of the festival, changing title and subject to underline the mobility in its research - will include performances, shows, events, films and installations, focusing on innovative languages in the field of the performing arts. Doing has an open meaning, giving voice to a range of artistic productions selected among the most open to the crossover between different means of expression, such as dance, theatre, visual arts. Some of them show a certain amount of humor, other a sense of mystery of the everyday. Doing will not give answers: instead it aims to present a sort of 'potential theatre' open to different interpretations.